X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.
Logo Regione Lazio

Notizie dal Comune

03/07/2020

ORDINANZA APERTURA PUBBLICI ESERCIZI

orario apertura pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande

orario apertura pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande

COMUNE DI BOLSENA

Provincia di Viterbo

ORDINANZA N. 37 DEL 03/07/2020

IL SINDACO

Vista l’art.17 della L.R. del Lazio n.21 del 29 novembre 2006;

Vista la L.R. n.19 del 30/10/2008, che ha modificato l’art.17 della legge Regionale n.21/2006;

Visto l’art.3 del Regolamento Regionale 19/01/2009, n.1 che detta gli indirizzi per la determinazione degli orari dei pubblici esercizi;

Vista la propria deliberazione del Consiglio Comunale n.61 del 23/10/2009 che stabilisce i criteri generali per la disciplina degli orari e delle giornate di apertura e chiusura dei pubblici esercizi;

Visto l’art.35, commi 6 e 7 del D.L. 06/07/2011, n.98 convertito con modificazioni con la legge n.111/2011 e da ultimo di nuovo modificato dall’art.31 del D.L. n.201/2011

Visto l’art.50 com.7 del D. Lgs. 18/08/2000, n,267;

ORDINA

Ai titolari di autorizzazione di cui all’art.11 della L.R. del Lazio n.21 del 29/11/2006 sono applicate le seguenti regole:

Gli esercenti la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, scelgono il proprio orario di apertura e chiusura con riferimento alle zone di sviluppo degli esercizi pubblici approvati con deliberazione del Consiglio Comunale n.50 dell’8/10/2008;

ORARIO

Zone 1 e 2 (Centro abitato sopra la S.R. Cassia e Rione Castello):

- dalle ore 05,00 alle ore 24,00 unica fascia;

Zone 3,4 e 5 (Centro abitato sotto la S.R. Cassia e restante territorio comunale):

- dalle 05 alle ore 24,00 nel periodo compreso tra il 01 ottobre ed il 31 maggio;

- dalle ore 05,00 alle ore 01,00 nel periodo compreso tra il 1° luglio ed il 30 settembre;

Nell’ambito di tali fasce l’orario minimo dovrà essere di almeno 6 ore giornaliere.

L’orario massimo per la effettuazione di piccoli intrattenimenti musicali con musica dal vivo all’interno della zona 1 e 2 sono le ore 23,30;

L’orario massimo per la effettuazione di piccoli intrattenimenti musicali nelle zone 3, 4 e 5 è consentito fino alle ore 24,00

CHIUSURA SETTIMANALE

1. È data facoltà di osservare, nel corso della settimana, una o più giornate di chiusura, da indicare e comunicare al Comune contestualmente e con le stesse modalità inerenti alla fissazione degli orari di apertura e chiusura:

2. Qualora per motivi eccezionali, l’esercente intenda derogare o effettuare la chiusura settimanale dell’esercizio in giornate diverse da quelle comunicate, dovrà darne preventiva comunicazione al Comune almeno tre giorni prima e rendere nota al pubblico la modifica con apposito cartello visibile anche ad esercizio chiuso;

3. Per periodi di chiusura temporanea dell’attività, superiore a trenta giorni consecutivi, l’esercente ha l’obbligo di darne preventiva comunicazione per iscritto all’ufficio competente, con un anticipo di almeno tre giorni rispetto alla decorrenza prefissata.

DEROGHE

È consentito derogare agli orari prefissati dall’esercente e alle eventuali chiusure facoltativamente stabilite per l’intera giornata, con richiesta, scritta da presentarsi almeno 10 giorni prima dell’evento.

DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE

1. Ai titolari dell’attività di pubblico esercizio è fatto obbligo di comunicare preventivamente al Comune in forma scritta, anche a mezzo Mail, ai fini della vigilanza, l’orario giornaliero prescelto ed inoltre di renderlo noto al pubblico, anche durante il periodo di chiusura dell’esercizio, mediante cartello chiaramente visibile dall’esterno o con altra modalità idonea al conseguimento delle stesse finalità: Tale comunicazione deve pervenire almeno tre giorni prima dell’applicazione dell’orario prescelto. Con le stesse modalità dovrà essere comunicato e reso noto al pubblico il giorno o i giorni di riposo settimanale, qualora lo steso intenda avvalersi di tale facoltà.

2. Nel caso in cui si intendano effettuare, nel corso dell’anno solare, in relazione alla stagionalità o ad altri fattori, orari diversificati, può essere effettuata un’unica comunicazione, indicando orari e relativi periodi di effettuazione.

3. L’orario può essere modificato previa effettuazione della comunicazione di cui al punto 1, fermo restante che la stessa deve pervenire con almeno tre giorni di anticipo e con le modalità di cui al punto 1.

SANZIONI

In caso di violazione alla presente ordinanza si applicano le sanzioni previste dalle normative in vigore.

DISPOSIZIONI FINALI

Il presente provvedimento è efficace dalla data di pubblicazione all’albo Pretorio Comunale;

I vigenti orari indicati dagli operatori a mezzo di appositi cartelli, o altre forme di pubblicità visiva, restano validi sempreché non siano contrastanti con quelle del presente provvedimento;

Ove non si ravvisano le condizioni di cui al punto 2, gli esercenti dovranno provvedere all’adeguamento degli orari di apertura e chiusura ed alla sostituzione del relativo cartello, previa comunicazione al Comune.

IL SINDACO

F.to Paolo Dottarelli

Pubblicato il 03/07/2020 in Ordinanze

Condividi su:


ALTRE NEWS



Logo Cassa di Rismarmio di Orvieto

Note legali | Privacy policy e cookie | Dichiarazione di accessibilità | Sviluppato da InfoMyweb.com